• Verdi Europa Verde Milano

La capanna dello zio Covid

Aggiornato il: 19 giu 2020

Sindrome da isolamento e psicopatie da quarantena.

Silvia Pettinicchio membro dell'esecutivo Verdi Europa Verde Milano





Fonte: Sip


Dopo 2 mesi di lockdown moltissime persone fanno fatica ad affrontare la fase 2. Può essere colpa della "Sindrome della capanna", ovvero quella paura di uscire da casa che, "in individui predisposti aumenta il rischio di sviluppare psicopatologie e disturbi dell’adattamento". Secondo la Società italiana di psichiatria (Sip), ne sarebbero colpiti oltre un milione di italiani.

Secondo gli esperti è importante tentare di individuare le aree del disturbo di adattamento che permettono di vedere come la persona sta rispondendo a questo tempo di isolamento.

La prima area è quella dell'ansia. Una persona, non avendo capacità di prevedere il futuro, appesantita dai continui rinvii e dalle informazioni date dagli organi governativi che, ovviamente, non possono essere chiare e precise, poiché rappresentano l'evoluzione di un fenomeno sconosciuto, può riscontrare alcuni sintomi ansiosi. La seconda area è quella della depressione. Ad esempio ci sono persone che hanno difficoltà ad alzarsi la mattina, vivono giornate indifferenti, senza orari, senza attività e questo consuma tante energie che possono degenerare in stati depressivi. La terza area è quella dei disturbi comportamentali: si possono avere comportamenti inappropriati in varie situazioni; nell'alimentazione, ad esempio, gli esperti segnalano che c'è stato in alcuni un problema di iperalimentazione o, al contrario, ci sono state persone che hanno passato 14 ore davanti ad una serie tv senza sentire il bisogno di mangiare. Da non sottovalutare, ancora, il disturbo del sonno anche questo molto diffuso.

A rischio anche diverse donne,-mamme-smart workers che dovendo gestire contemporaneamente ruolo di mamme e ruolo di workers si trovavano a riscontrare problemi emotivi , sensi di colpa e stati di ansia anche importante.

Il sostegno psicologico, parlare con un professionista che possa fornire consigli e linee guida su come affrontare l'emergenza è un aiuto per molti in questo difficile periodo di isolamento.


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti